03) Corso FSF – Free Software Foundation

Licenze del Software Libero

Questo capitolo approfondisce le diverse licenze del software libero sostenute dalla Free Software Foundation.
Le licenze sono fondamentali per garantire che il software rimanga libero e che gli utenti possano godere delle libertà fondamentali associate.

Licenza GNU General Public License (GPL)

La Licenza Pubblica Generale GNU (GPL) è una delle licenze del software libero più riconosciute ed utilizzate.
Questa licenza è stata creata da Richard Stallman per garantire che il software libero rimanga sempre libero. Le caratteristiche principali della GPL includono:

  • Copyleft: La GPL utilizza un meccanismo di copyleft, che richiede che il software derivato o combinato con il software GPL sia anch’esso distribuito con una licenza GPL.
    Questo assicura che le libertà del software libero vengano preservate anche nelle versioni modificate.
  • Libertà degli Utenti: La GPL garantisce le quattro libertà fondamentali agli utenti, consentendo loro di eseguire, studiare, modificare e distribuire il software in conformità con le regole della licenza.

Licenza GNU Lesser General Public License (LGPL)

La Licenza Pubblica Generale Lesser GNU (LGPL) è una variante della GPL che offre una maggiore flessibilità per il software che verrà incorporato in altri progetti, inclusi quelli proprietari.
Alcuni punti chiave della LGPL sono:

  • Libertà di Incorporazione: La LGPL consente di incorporare il software con una licenza LGPL in progetti di software libero o proprietari senza richiedere che l’intero progetto erediti la licenza LGPL.
  • Dynamic Linking: La LGPL permette il collegamento dinamico con librerie LGPL da parte di software proprietari, a condizione che le modifiche alla libreria stessa siano rese disponibili come codice sorgente.

Altre licenze supportate dalla FSF

La Free Software Foundation supporta anche altre licenze del software libero oltre alla GPL e alla LGPL. Alcune di queste includono:

  • Licenza Pubblica Generale GNU Affero (AGPL): Questa licenza estende la GPL richiedendo che le modifiche al software siano rese disponibili anche quando il software viene eseguito su una rete.
  • Licenza Pubblica Generale GNU per la Documentazione (GFDL): Utilizzata per la documentazione, questa licenza garantisce che i manuali e la documentazione siano anch’essi disponibili come software libero.
  • Licenza Pubblica Generale GNU per le Biblioteche (LGPLv3): Una versione aggiornata della LGPL, che introduce ulteriori protezioni per gli utenti nel contesto delle tecnologie digitali moderne.

In conclusione, le licenze del software libero svolgono un ruolo cruciale nel garantire che il software rimanga libero e che gli utenti possano godere delle libertà essenziali.
La FSF promuove diverse licenze, ciascuna con il proprio scopo e regole specifiche, contribuendo così alla creazione di un ecosistema di software libero ricco e diversificato.

Pubblicato da Luca Bocaletto

Sviluppatore, Creatore, Musicista, Artista, Radiantista, Scacchista.