01) Corso MS-DOS – Introduzione

Cos’è il DOS: Definizione e Storia

Il Disk Operating System (DOS), acronimo di “Disk Operating System,” è un termine che denota un tipo di sistema operativo specializzato progettato per gestire l’accesso e la gestione dei dati memorizzati su dispositivi di memoria di massa, come dischi rigidi, floppy disk e unità di archiviazione simili.

MS-Do

Il DOS fornisce un insieme di servizi di base che consentono agli utenti di interagire con l’hardware del computer, eseguire programmi e gestire i file tramite una linea di comando testuale.

Storia del DOS:

La storia del DOS è radicata nel periodo che va dagli anni ’60 ai primi anni ’80, quando i computer stavano diventando sempre più accessibili e diffusi. Tuttavia, fu negli anni ’80 che il termine “DOS” divenne particolarmente riconoscibile grazie all’ascesa dei primi personal computer.

  • Predecessori del DOS: Prima dell’avvento del DOS come lo conosciamo oggi, esistevano già sistemi operativi simili. Uno dei più noti fu il CP/M (Control Program/Monitor), creato da Gary Kildall alla fine degli anni ’60. Il CP/M fu un sistema operativo di successo per le prime macchine a microprocessore, ma il suo utilizzo era principalmente confinato ai computer basati su processori Intel 8080 e Zilog Z80.
  • Nascita dell’IBM PC e MS-DOS: Nel 1981, IBM introdusse l’IBM PC, uno dei primi personal computer mainstream. IBM cercò un sistema operativo da includere con il suo PC e si avvicinò a Digital Research, la società di Kildall, ma le trattative non andarono a buon fine. Microsoft, una giovane azienda all’epoca, ottenne l’opportunità di fornire il sistema operativo. Acquistarono un sistema operativo chiamato “86-DOS” dalla Seattle Computer Products e lo adattarono per l’IBM PC. Questa versione modificata divenne nota come MS-DOS (Microsoft Disk Operating System) e fu fornita con l’IBM PC.
  • Popolarità di MS-DOS: L’IBM PC e l’MS-DOS ebbero un successo straordinario nel mercato dei computer personali. Nel corso degli anni ’80, MS-DOS divenne uno standard de facto per i PC, aprendo la strada all’espansione dell’industria del software e dell’hardware informatico.
  • Interfaccia a riga di comando: Una caratteristica distintiva del DOS è la sua interfaccia a riga di comando. Gli utenti interagivano con il sistema inserendo comandi testuali tramite la tastiera. Questo richiedeva la conoscenza dei comandi e delle sintassi, il che poteva essere intimidatorio per alcuni utenti. Tuttavia, forniva un controllo preciso sul sistema e sulle attività eseguite.
  • L’ascesa di Windows e il declino del DOS: La svolta successiva nella storia del DOS arrivò con l’introduzione di sistemi operativi basati su GUI (Graphic User Interface) come Microsoft Windows. Windows 3.0, rilasciato nel 1990, fu il primo passo significativo verso un’interfaccia grafica per gli utenti comuni. Successivamente, con Windows 95, l’interfaccia grafica prese il sopravvento e i successivi sistemi operativi Windows divennero basati su un kernel più moderno.
  • Eredità del DOS: Nonostante la sua sostituzione come sistema operativo principale, l’eredità del DOS è ancora presente. Molti concetti e comandi introdotti nel DOS sono ancora utilizzati nei sistemi operativi moderni. Le interfacce a riga di comando sopravvivono, consentendo agli utenti di accedere a funzionalità avanzate tramite comandi testuali.

In conclusione, il DOS rappresenta un capitolo fondamentale nella storia dei sistemi operativi e dei computer personali.
Ha gettato le basi per molte delle convenzioni e delle funzionalità che oggi diamo per scontate nei moderni ambienti informatici.
Sebbene il suo ruolo principale sia stato in gran parte soppiantato, il suo impatto e la sua eredità continuano a influenzare il mondo dell’informatica.

Pubblicato da Luca Bocaletto

Sviluppatore, Creatore, Musicista, Artista, Radiantista, Scacchista.