Opzione “Estendi volume” disattivata in Windows? Prova queste 5 correzioni

Vuoi aumentare le dimensioni di un volume o di una partizione sul tuo PC ma trovi l’opzione “Estendi volume” in Gestione disco di Windows disattivata ?
Scopri perché ciò accade e cosa puoi fare per risolvere il problema.

windows-estendi-volume

La console Gestione disco in Microsoft Windows consente di estendere facilmente le dimensioni di un volume o di una partizione sul PC. 
Ma cosa succede se l’opzione “Estendi volume” appare disattivata ?

Ci sono alcune possibili cause per cui ciò accade. Continua a leggere per capire come risolvere il problema dell’opzione di estensione del volume disattivata in Windows 10 e 11.

Perché l’opzione “Estendi volume” appare disattivata

L’opzione “Estendi volume” per un disco rigido o SSD nello strumento Gestione disco può apparire disattivata per i seguenti motivi:

  • Non c’è spazio non allocato sul disco.
  • Lo spazio su disco non allocato non si trova direttamente a destra del volume che si desidera estendere.
  • La partizione dell’unità che desideri estendere non è in un formato supportato: NTFS o ReFS.
  • Il disco utilizza il vecchio schema di partizionamento MBR (Master Boot Record).

La maggior parte dei problemi di cui sopra si verificano a causa di limitazioni con Gestione disco. 
Se i seguenti suggerimenti per la risoluzione dei problemi sembrano troppo complicati, potresti voler saltare alla sezione che parla dell’utilizzo di uno strumento di partizionamento di terze parti per estendere invece la dimensione di una partizione.

1. Crea spazio contiguo non allocato

Il motivo più comune per cui vedi l’opzione “Estendi volume” disattivata nella console Gestione disco sul tuo computer è quando non c’è “spazio non allocato” sul tuo disco rigido o SSD. 
Questo è lo spazio di archiviazione che devi ancora formattare con un file system.

Anche se la rappresentazione grafica del disco di Gestione disco indica spazio di archiviazione non allocato, l’opzione disattivata “Estendi volume” rimarrà disattivata a meno che lo spazio non sia immediatamente a destra del volume che si desidera estendere.

Ad esempio, supponiamo che il tuo computer abbia due partizioni con le lettere di unità C e D. 
Se si desidera estendere l’unità C , è necessario eliminare l’unità D per creare spazio su disco non allocato. 
L’uso dell’opzione “Riduci volume” di Gestione disco sull’unità D non funzionerà perché l’unità D fungerà da barriera tra l’unità C e lo spazio non allocato risultante.

Per eliminare una partizione e creare spazio non allocato:

  1. Copia tutti i dati all’interno della partizione su un volume alternativo o su un disco esterno.
  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul volume o sulla partizione in Gestione disco e seleziona Elimina volume .
  3. Seleziona  per confermare.

La partizione verrà quindi visualizzata come spazio non allocato. È quindi possibile estendere il volume a sinistra dello spazio non allocato senza problemi.

2. Elimina la partizione di ripristino

La presenza di una partizione di ripristino tra il volume che si desidera estendere e qualsiasi spazio non allocato può essere un altro motivo per cui l’opzione “Estendi volume” in Gestione disco appare disattivata.

Poiché la partizione di ripristino ti aiuta a ripristinare il tuo computer nel caso qualcosa vada storto, ti sconsigliamo di eliminarla. 
Ma se vuoi andare avanti, puoi eliminare la partizione utilizzando lo strumento da riga di comando DiskPart tramite Windows PowerShell o la console del prompt dei comandi.

Tuttavia, assicurati di creare un USB o un disco di ripristino di Windows avviabile invece per proteggere il tuo computer dal danneggiamento del sistema operativo e dalla perdita di dati.

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start e selezionare Windows PowerShell (Admin) . In alternativa, digita cmd.exe nel menu Start e seleziona Esegui come amministratore .
  2. Selezionare  nel popup UAC.
  3. Eseguire i seguenti comandi in sequenza.
  • diskpart: carica l’utilità DiskPart.
  • list disk: Elenca tutti i dischi sul tuo computer.
  • select disk [numero]: selezionare il disco con la partizione di ripristino che si desidera cancellare, sostituendo [numero] con il numero del disco.
  • list partition: Elenca tutte le partizioni del disco sull’unità.
  • select partition [numero]: Seleziona la partizione di ripristino, sostituendo [numero] con il suo numero di partizione.
  • delete partition override: elimina la partizione di ripristino.

3. Utilizzare un formato compatibile

Gestione disco consente solo di estendere le partizioni nel formato NTFS (o nel formato ReFS se l’edizione di Windows lo supporta). 
Questo non è un problema con la partizione di sistema perché Windows funziona solo su partizioni NTFS.

Tuttavia, se stai estendendo una partizione logica, potrebbe essere in un formato non supportato come FAT32. 
È possibile utilizzare Gestione disco per formattare il volume in NTFS, ma ciò cancellerà tutti i dati su di esso. Quindi, assicurati di eseguire il backup di tutto all’interno della partizione prima di procedere.

  1. Fai clic con il pulsante destro del mouse sulla partizione in Gestione disco e seleziona Formato .
  2. Impostare File System su NTFS nella finestra di dialogo Formato.
  3. Seleziona OK .

Ora dovresti essere in grado di estendere il volume, supponendo che ci sia spazio non allocato a destra dell’unità.

4. Converti MBR in disco GPT

Se stai tentando di estendere una partizione o un volume su un disco che utilizza lo schema di partizione MBR (Master Boot Record) , potresti avere a che fare con la soglia di 2 TB associata ai dischi MBR.
Per risolvere il problema, devi convertire l’HDD o l’SSD da MBR a GPT.

  1. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul disco in Gestione disco e seleziona Proprietà .
  2. Passa alla scheda Volumi .
  3. Controlla il campo accanto a Stile partizione per determinare se utilizza lo schema di partizione GPT o MBR.

Se il disco è in MBR, ti consigliamo di seguire la nostra guida sulla conversione di un disco da MBR a GPT senza dover reinstallare Windows per ulteriori istruzioni.

Utilizzare Gestore partizioni di terze parti

A differenza di Gestione disco, i migliori strumenti di partizionamento del disco di terze parti per Windows sono notevolmente migliori da utilizzare e offrono molteplici approcci per aumentare le dimensioni delle partizioni con il minimo sforzo.
Ad esempio, AOMEI Partition Assistant Standard è un’utilità gratuita che consente di estendere un volume unendolo con altre partizioni e archiviazione non allocata anche se non sono contigue.

AOMEI Partition Assistant Standard ti consente anche di allocare spazio libero da una partizione a un’altra, estendere le unità nei formati che Gestione disco solitamente supporta e convertire comodamente i dischi da MBR a GPT, se necessario. 
Ecco diverse operazioni di partizione in AOMEI che dovrebbero tornare utili.

  • Ridimensiona partizione : selezionare un volume e utilizzare l’ opzione Ridimensiona partizione per aumentare le dimensioni della partizione utilizzando lo spazio non allocato immediatamente a sinistra oa destra.
  • Unisci partizione : unisci una partizione con spazio non allocato in qualsiasi punto dell’unità. Puoi anche usare questa opzione per unire due partizioni.
  • Alloca spazio libero : alloca lo spazio libero da una partizione direttamente a un’altra unità.
  • Converti in GPT : fai clic con il pulsante destro del mouse su un disco e seleziona Converti in GPT. Tuttavia, dovrai passare manualmente da Legacy BIOS a UEFI .

Tuttavia, prima di utilizzare uno strumento di partizionamento di terze parti, ti consigliamo di eseguire il backup dei dati sul disco prima di procedere.
Ciò ti consente di ripristinare i tuoi dati nel caso qualcosa vada storto.

È meglio evitare di utilizzare Gestione disco

Come hai appena visto, se l’opzione “Estendi volume” appare disattivata in Gestione disco, risolverlo può essere una seccatura a meno che non utilizzi uno strumento di partizionamento di terze parti. 
Non solo quest’ultima opzione è migliore per ridimensionare i volumi, ma impieghi anche meno tempo a eliminare e spostare le partizioni.

Pubblicato da Luca Bocaletto

Sviluppatore, Creatore, Musicista, Artista, Radiantista, Scacchista.